Studio Coronel logo

Auriga Studio – MDF Italia

DA TRADURRE – presentano agli architetti milanesi
le potenzialità del ricamo nell’interior

Milano, 1° dicembre 2016 – Viene presentato oggi presso lo show-room MDF Italia il primo progetto sperimentale di customizzazione del prodotto di design. Una tecnica che finora è stata utilizzata quasi esclusivamente per i capi di abbigliamento e trova adesso applicazione nel mondo dell’interior, grazie a un progetto di ricerca dell’architetto Paola Silva Coronel.

Alla base del progetto innovativo vi è l’utilizzo del ricamo, una tecnica storica e preziosa, che con le moderne tecnologie digitali consente di personalizzare con un disegno originale ricamato anche un unico elemento, che sia una poltrona, un divano in tessuto o in pelle, anche con spessori importanti, come un cuoio da cinque millimetri.

evento 1 dicembre 2016 presso lo show-room MDF Italia

Nell’ambito della sperimentazione con MDF Italia, per Silva Coronel è stata una scelta naturale quella di ispirarsi alle linee della famosissima e pluripremiata libreria “Random”, trasformandola in un tema decorativo applicato, con diverse modalità, ad alcuni dei pezzi più iconici della collezione, esposti in show-room per la presentazione ai professionisti e alla stampa.

Questa tappa rappresenta il primo passo concreto per la diffusione del ricamo digitale nel mondo dell’interior. Percorso iniziato l’anno scorso all’interno della “Passeggiata”, l’allestimento dell’archistar Michele De Lucchi per il Salone del Mobile 2015 e proseguito nel 2016 con l’evento fuorisalone “In-chiostro creativo” e la partecipazione alla XXI Triennale, con un progetto ideato e realizzato da Paola Silva Coronel con il supporto di MDF Italia e StudioAuriga. Questo progetto, selezionato ed esposto al Palazzo della Triennale, durante la XXI Triennale, sarà nuovamente in mostra in show-room, per questa occasione.
L’appuntamento del 1° dicembre segnerà un ulteriore passo avanti nella condivisione di queste tecnologie con gli interior designer, offrendo la possibilità di tornare a progettare come negli anni ’50. In quel periodo Giò Ponti poneva la sua creatività nel progetto costruttivo così come in quello decorativo, disegnando anche ceramiche, carte da parati, pavimenti e tessuti: allora c’era un artigianato paziente e disponibile, oggi possiamo contare su “artigiani digitali” come Anna Monti, che ha realizzato, per l’occasione, tutte le lavorazioni.

MDF Italia si è prestata volentieri a condividere questo progetto, nella convinzione che per stimolare nuove idee e nuovi percorsi sia necessario offrire terreni fertili, generando opportunità per la ricerca e lo sviluppo delle idee.

Hanno parlato di questo evento:

Il Foglio del Mobile
http://www.ifdm.it/it/post/2488-mdf-italia-sperimenta-il-ricamo-digitale.htm#

Domus
ttp://www.domusweb.it/it/notizie/2016/12/22/mdf_italia_design_customs.html

Studio Auriga Blog
https://studioauriga.blog/2016/12/13/designcustoms/

 

 

Share